Smart porta in vantaggio lo Swindon Town

Il primo ricordo veramente amaro che la malattia Arsenal regala a Nick Hornby è legato a un match a suo modo storico nella più che centenaria e variegata storia del calcio inglese. Come si racconta in Fever Pitch, il piccolo Nick si reca per la prima volta a Wembley il 15 marzo 1969, in occasione di Swindon Town-Arsenal, finale della Coppa di Lega. Una competizione di cui Nick non sa molto, perché si gioca durante la settimana, ma è una finale e una grande squadra che non vince nulla da sedici anni contro una compagine di Third Division non può che avere la meglio. “Beware the Ides of March”, titola l’Evening Standard quel giorno, e, infatti, tra la sorpresa generale è lo Swindon Town a vincere 3-1 nel fango di Wembley: passa a nel primo tempo con Smart, grazie a una dormita generale della difesa dei gunners, subisce il pareggio a pochi minuti dal novantesimo e dilaga nei supplementari con una doppietta del 23enne Don Rogers, autentica bandiera per il suo club.
Al di là dell’empatia con il povero Hornby, che vede inopinatamente perdere i suoi all’ultimo ostacolo e dovrà aspettare venti anni per guarire completamente dai suoi patimenti targati Arsenal, la domanda che viene spontanea a molti appassionati di calcio è: “Sì, ma la Coppa di Lega, fondamentalmente, che cosa è?”

In Italia, infatti, una competizione con tal nome non si è mai disputata; giusto la Supercoppa Italiana si chiama ufficialmente in un modo simile. Così, ogni volta che in ambito calcistico spunta fuori la parola Lega, a me viene in mente Galliani e non resta che far tesoro di tale epifania. Il buon Adriano è stato presidente della Lega Calcio, prima, ed è vicepresidente della Lega Serie A, adesso, e il fatto che non lo si sia mai sentito parlare accoratamente dei problemi della Sambenedettese qualcosa vuol dire: le leghe sono da sempre assemblee che raggruppano società iscritte a uno stesso campionato o giù di lì. Considerando, poi, che è stata la Lega Calcio nel 1957 a reintrodurre la Coppa Italia, le cose cominciano a essere più chiare e possiamo azzardare un sunto.
Nei mondi calcistici in cui la coppa nazionale è aperta a tutte -e dico tutte- le squadre iscritte alla federazione, dire Coppa di Lega equivale a dire “coppa aperta solo alle squadre delle più alte divisioni”. I grandi club di Scozia, Francia, Inghilterra o Portogallo partecipano annualmente a due distinte coppe nazionali proprio per questo motivo.
La Coppa Italia è, invece, già di per sé equiparabile a una Coppa di Lega, visto che vi partecipano tutte le squadre di A e di B e solo alcune di quelle iscritte alla Lega Pro o alla Lega Dilettanti. A maggior prova di ciò, va ricordato che parallelamente e separatamente si disputano una Coppa Italia Lega Pro, una Coppa Italia Serie D e una Coppa Italia Dilettanti.

1946, Dunlop dell'Aberdeen solleva la Southern League Cup

1946, Dunlop dell’Aberdeen solleva la Southern League Cup

Lasciata da parte senz’altro indugio la situazione italiana, diamo un po’ di notizie. Da fonte wikipedia si apprende che in tutto il mondo sono attualmente venti le federazioni nazionali che assegnano una coppa di Lega e che in altri dieci paesi una tale coppa si è assegnata per un po’ di tempo e or non si assegna più. Un po’ a sorpresa si scopre che la più anziana è la Scottish League Cup, che parte nel secondo dopoguerra, nella stagione 1945/46 o in quella 1946/47, a seconda se si vuole considerare o meno la vittoria dell’Aberdeen nella Southern League Cup. Nel suo albo d’oro primeggiano, ovviamente, le due squadre di Glasgow, ma Livingston, St. Mirren o Raith Rovers possono a ragione vantare la conquista della coppa di Lega come uno dei più importanti momenti della loro storia, se non il più importante in assoluto. Attualmente vi partecipano le squadre delle quattro divisioni della Scottish Professional Football League.

La Coupe de la Ligue francese ha, invece, una storia molto più recente e, a parte due edizioni nei primi anni Sessanta e tre negli anni Ottanta, è dal 1991 che si disputa con regolarità. Più selettiva la partecipazione rispetto alla gemella scozzese: al torneo 2015/16 sono state ammesse le squadre della Ligue 1, della Ligue 2 e le due migliori del National. Ancor più recente la Taça da Liga portoghese, nata nel 2007, mentre in Spagna solo tra il 1982 e il 1986 è stata messa in palio la Copa de la Liga, per di più riservata alle sole squadre della massima divisione. Tra le nazioni che hanno smesso anche la Germania, in cui si è assegnata una coppa di Lega nel 1972 e poi tra il 1997 e il 2009.

Insomma, incassata la notizia esotica che c’è in Giappone, Corea del Sud, Gibilterra e Sud Africa, è a Gran Bretagna e Irlanda che bisogna tornare a volgere lo sguardo e qui arriva un’altra sorpresa. La League of Ireland Cup è stata, infatti, disputata per la prima volta nel 1973, ma è andata a sostituire un torneo molto più antico, la League of Ireland Shield, la cui prima edizione è datata addirittura 1921/22, perché la FAI, federazione nazionale del Libero Stato d’Irlanda appena resosi indipendente dal Regno Unito, fece partire nel suo primo anno di vita ben tre competizioni riservate ai propri club: il campionato irlandese, la FAI Cup e, appunto, questa League of Ireland Shield. Gli scarsi dati a nostra disposizione non ci permettono di capire se tra questa manifestazione e la vera e propria coppa di Lega irlandese ci sia solo continuità temporale o qualcosa in più. Non ci sentiamo, pertanto, di togliere alla omologa coppa scozzese il primato in precedenza assegnatole, ma qualche dubbio rimane.

Torniamo, infine, alla Football League Cup inglese, che ha dato il La a tutte le considerazioni successive. A una coppa che per ragioni di sponsor dal 1982 cambia nome ogni quattro-cinque anni non è certo facile affezionarsi,[1] ma a leggerne l’albo d’oro recente le si ridà importanza. In un momento di ingolfamento terribile dei calendari, fa specie notare che a vincere le coppe dal 2000 al 2017 sono state solo squadre di Premier League, spesso di ottimo livello. Evidentemente, pur essendo il terzo torneo per ordine di importanza, la League Cup ha il merito di concentrare i match nella prima parte della stagione e finisce a febbraio-marzo, senza influire sui momenti clou di campionato e coppe europee. Poi una finale a Wembley non la vuole perdere nessuno, anche se la coppa che alzerai si chiama Milk Cup, Coca-Cola Cup o Capital One Cup.

federico

———————————————————————-
[1] La prima edizione sponsorizzata è del 1981/82, col nome di Milk Cup. Gli scozzesi, comunque, anticipano gli inglesi anche in questo: la coppa di Lega 1979/80 prende il nome di Bell’s League Cup, dal whisky Bell