L’abitudine non fa il Monaco

Quando il Montpellier di Olivier Giroud nel 2012 è a sorpresa diventato campione di Francia, il Paris Saint-Germain dei ricchi qatarioti deve...
VAI ALL'ARTICOLO

The grown-up of Mr. Antonio Conte

Eriksen ha portato in vantaggio i suoi con un esterno sinistro da fuori area al minuto 11. Gli Spurs giocano bene e, anche se non tirano molto in...
VAI ALL'ARTICOLO

La Prima Categoria e le elezioni del 1913

In occasione delle elezioni politiche del 1913 il massimo campionato di calcio si ferma. Rispetto per il diritto al voto dei footballers o altro dietro la decisione?

VAI ALL'ARTICOLO

Anderlecht-Nottingham Forest, la rimonta col trucco

Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco. 9° puntata: Una rimonta col trucco 25 aprile 1984, allo stadio Parc Astrid di Bruxelles è in programma la...
VAI ALL'ARTICOLO

«Quindi davvero siamo finiti a rimpiangere Berlusconi?»

No, davvero, ma stiamo seriamente rimpiangendo Berlusconi? Questo è proprio l’esempio di nostalgia acritica che noi così tanto osteggiamo e che è stata uno dei motivi che ci ha spinti a riflettere sull’aggettivo “romantico” che ormai ci portiamo dietro.

VAI ALL'ARTICOLO

Il non dilettantismo all’italiana e l’esempio dell’Inghilterra

Nel 1926 viene introdotto il non dilettantismo nel calcio italiano. A 28 anni di distanza lo storico del calcio Ghirelli lamenta che ciò non fu fatto seguendo l’esempio dell’Inghilterra. Ma quale fu questo exemplum? E lo si poteva davvero esportare?

VAI ALL'ARTICOLO

Robin Friday, il più bravo di tutti

Benché Robin Friday non abbia mai giocato in First Division, per moltissimi inglesi che lo hanno visto all’opera rimane ancora oggi il più bravo di tutti.

VAI ALL'ARTICOLO

Sardi, Santamaria e il sottil morbo del professionismo

Il Genoa è il club più antico e blasonato, ma per colmare il gap con la Pro Vercelli servono giocatori buoni. Da convincere a vestire rossoblù a tutti i costi. Il caso Sardi-Santamaria scoppia così

VAI ALL'ARTICOLO

Quando le finali di coppa durano 180 minuti

Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco. 7° puntata: Le rimonte in finali di Coppa UEFA e Coppa delle Fiere Le partite di coppa durano 180...
VAI ALL'ARTICOLO

Le vittorie dei Santi

Il record dei New Saints e la striscia di vittorie del Celtic Glasgow

VAI ALL'ARTICOLO

Il Tavecchio che avanza, anteprima

Anteprima del capitolo «Il Tavecchio che avanza», che potete trovare nel nostro libro «Calcio (poco) Romantico»

VAI ALL'ARTICOLO

Storia di un’ipocrita distinzione

Che l’ultimo feticcio del dilettantismo cada solo nel 1985, non è certo frutto di una supposta purezza di fondo mantenuta fino a quel momento...
VAI ALL'ARTICOLO

Il Marocco dimenticato

Storia dei risultati internazionali delle Nazionali africane. 8° puntata: Mondiali 1986 Già nel 1970 il Mondiale giocato in Messico aveva segnato un...
VAI ALL'ARTICOLO

CAN 2017: La firma di Aboubakar

Per chi ha resistito alla banale tentazione di dedicarsi al derby d’Italia la finale della XXXI Coppa d’Africa regala un secondo tempo...
VAI ALL'ARTICOLO

Ghana, finalmente un bronzo

Saranno le Olimpiadi del calcio a dare al Ghana e all’Africa il primo successo internazionale. Un successo davvero poco preventivabile solo pochi anni prima

VAI ALL'ARTICOLO

Robin Friday, il più bravo di tutti

Benché Robin Friday non abbia mai giocato in First Division, per moltissimi inglesi che lo hanno visto all’opera rimane ancora oggi il più bravo di tutti.

VAI ALL'ARTICOLO

Il capitale umano del Napoleone del calcio, anteprima

Il capitale umano del Napoleone del calcio. Anteprima del capitolo dedicato a Raymond Kopa, che potete trovare nel nostro libro «Calcio (poco) Romantico»

VAI ALL'ARTICOLO

28 novembre 1994: Una bandierina tra Pascutti e Batistuta

All’inizio della stagione 1994/95 Gabriel Omar Batistuta va in gol con così tanta facilità che si sente in dovere di inventare un proprio modo...
VAI ALL'ARTICOLO

El Magico Gonzalez

Quanta grazia di Dio è venuta fuori dai piedi di Jorge Alberto Gonzalez Barillas. Ancora oggi rivedere i filmati delle sue alchimie è uno spettacolo sui generis. Nel corso della sua carriera non vinse mai niente di importante e nemmeno giocò in grandi club, eppure…

VAI ALL'ARTICOLO

Le fantasticherie di Italo Florio

Italo Florio era un calciatore prodigio. Da qualche vecchio filmato si può capire di che stoffa imbellettava le sue invenzioni. I difensori lo mordevano e pure con cattiveria, ma lui con estro se ne svincolava…

VAI ALL'ARTICOLO

Il destino di Armando Picchi

Nella diatriba tra Inter e Juventus non lascerebbe spazio a velleità polemiche raccontare la storia di Armando Picchi, un giocatore che a una delle due parti ha dato tanto e all’altra avrebbe probabilmente dato altrettanto, se non fosse stato bloccato da un terribile destino.

VAI ALL'ARTICOLO

Storia di un Pichichi

È un po’ come per la Cima Coppi al Giro d’Italia. Per omaggiare un campione, che ha fatto infiammare la folla e che uno strano destino ha fatto prematuramente scomparire, gli si intitola un premio di alto valore sportivo…

VAI ALL'ARTICOLO

31 maggio 1972: Il profeta e il mediano

L’Inter di Invernizzi è in finale di Coppa Campioni, la partita è a Rotterdam, nello stadio del Feyenoord, ma giocare di fronte a tanti...
VAI ALL'ARTICOLO

Tarzan di Glasgow

Personaggi in cerca d’autore. 21° puntata: Enrico Annoni All’inizio degli anni Novanta, con Emiliano Mondonico in panchina, il Torino vive un...
VAI ALL'ARTICOLO

Janda, il gigante da un occhio solo

Personaggi in cerca d’autore. 20° puntata: Antonín Janda Nelle foto dell’epoca la sua figura appare imponente, ma non tanto da sovrastare...
VAI ALL'ARTICOLO

La Prima Categoria e le elezioni del 1913

In occasione delle elezioni politiche del 1913 il massimo campionato di calcio si ferma. Rispetto per il diritto al voto dei footballers o altro dietro la decisione?

VAI ALL'ARTICOLO

«Quindi davvero siamo finiti a rimpiangere Berlusconi?»

No, davvero, ma stiamo seriamente rimpiangendo Berlusconi? Questo è proprio l’esempio di nostalgia acritica che noi così tanto osteggiamo e che è stata uno dei motivi che ci ha spinti a riflettere sull’aggettivo “romantico” che ormai ci portiamo dietro.

VAI ALL'ARTICOLO

Il Tavecchio che avanza, anteprima

Anteprima del capitolo «Il Tavecchio che avanza», che potete trovare nel nostro libro «Calcio (poco) Romantico»

VAI ALL'ARTICOLO

Lipsia non val bene una favola

I motivi per cui la Red Bull di Lipsia non è una favola e le differenze tra l’azienda austriaca e gli altri investitori.

VAI ALL'ARTICOLO

E in mezzo al film c’è la partita di pallone

Quello che accade alla fine degli stessi anni Ottanta in Italia-Germania 4-3 di Andrea Barzini e in Marrakech Express di Gabriele Salvatores è qualcosa di davvero speciale, perché in questi due film il calcio assume un suo significato simbolico ben preciso e non è solo il terreno su cui le persone riversano passioni, sogni e manie.

VAI ALL'ARTICOLO

Italia e Austria, partite tra ‘alleati’

Nel dicembre del 1912 le Nazionali di Italia e Austria si incontrano in amichevole a Genova. La vittoria per 3-1 ottenuta dagli ospiti conferma il gap esistente tra le due compagini. Eppure in occasione della “rivincita”, andata in scena al Prater il 15 giugno 1913, gli austriaci fanno le cose in grande e pompano l’avvenimento

VAI ALL'ARTICOLO

Anversa 1920, l’Olimpiade dei vincitori

“The Olympic Games are for the world and all nations must be admitted to them.” Il dettame di De Coubertin è chiaro e fa capire come la geografia sportiva non debba ciecamente uniformarsi a quella politica e proprio per questo…

VAI ALL'ARTICOLO

Il “Poppy Day”, tra football e tradizione

Alle undici, dell’undicesimo giorno, dell’undicesimo mese del 1918 a Compiègne, in Francia, si metteva fine con un armistizio alla Prima Guerra Mondiale, la terribile Grande Guerra in cui avevano perso la vita più di 10 milioni di persone.

VAI ALL'ARTICOLO

La patata bollente Öcalan e la partita della Juventus

La parte di storia che lega Abdullah Öcalan e l’Italia dura in fondo poco più di due mesi. Il leader del PKK (Partîya Karkerén Kurdîstan), il...
VAI ALL'ARTICOLO

Corinthian F.C., ovvero dell’integralismo amatoriale

British Tales. 3° puntata: Il Corinthian F.C. “the time passed as pleasantly as it always does in a luxurious boat” da Annals of the Corinthian...
VAI ALL'ARTICOLO

CONTATTACI